Piloti

Guidare la monoposto non è un gioco da ragazzi. Quanto è importante il pilota ai fini del Team?

Ad essere onesti, per quanto in moltissime categorie sia esattamente il contrario, nella Formula SAE non è una priorità. Prima di addentrarci troppo in cosa fa il pilota, si ricorda che il Team di Formula SAE non ha l’obiettivo di VINCERE le gare, ma quello di unire tanti giovani talentuosi a cooperare per il raggiungimento di un obiettivo, affrontando tutte le difficoltà progettuali e realizzative incontrate lungo il percorso.

Il pilota ha quindi il compito di DARE IMPORTANZA a quanto si è fatto in un anno di pura passione speso dai suoi membri per il team.

Il pilota non è solo colui che sale sull’auto e preme sull’acceleratore, ma colui che porta sulle proprie spalle il duro lavoro di un team intero.

Pensate che sia semplice guidarla? Non c’è servosterzo, nè servofreno, nessun controllo della trazione ed ABS… perché? Il peso è uno dei motivi principali.

Parliamo di prototipi da corsa: il rischio è sempre dietro l’angolo ed è probabile che qualcosa possa andare storto (parliamo di prototipi realizzati da studenti in collaborazione con i professori e non da professionisti del settore con anni di esperienza alle spalle).

Ovviamente il Team di ingegneri ha progettato e verificato la SICUREZZA per il pilota perché la salute deve essere sempre la priorità assoluta.

L’auto che proponiamo deve essere un tutt’uno con il pilota. È un guanto e come tale deve calzare bene.

Le prove che i piloti devono superare sono:

  • Inspection
  • Fuga dall’abitacolo in 5 secondi
  • Tilt Test
  • Accelerazione
  • Brake Test
  • Autocross
  • Skid-pass
  • Endurance (30 minuti di muscoli al limite)

Sei un pilota per professione? Non ha importanza… l’importanza è che tu sia iscritto all’università.