Elettronica

Dopo una prima fase di scelta degli obiettivi del reparto e di didattica sugli argomenti propedeutici al lavoro, si procede subito con la scelta degli hardware programmabili (ex. microcontrollori) e software da utilizzare.

Ogni membro dell’elettronica riceve l’incarico di programmare uno degli HW scelti per ottenere l’obiettivo previsto. La programmazione viene fatta in linguaggio C/C++ per le periferiche ed in Java/Python per le applicazioni/software PC.

Roba messa da Carmine

Una volta conclusa la programmazione dei dispositivi, si procede ad una prima fase di test a banco; se i test sono positivi, ogni scheda viene riprogettata a livello hardware a partire dallo schematico fino al layout della PCB per ridurre il numero delle periferiche esterne inutilizzate nei microcontrollori di serie e per ridurre significativamente ingombri e pesi. Ogni scheda progettata viene mandata in produzione, assemblata e ritestata a banco per escludere errori costruttivi.

In parallelo alla programmazione si realizza l’intero cablaggio della vettura scegliendo tutti i componenti che ne faranno parte (dal cavo al singolo connettore).

A fine lavoro, ogni membro dell’elettronica sarà in grado di:

  • progettare interamente un hardware elettronico, sia a livello di programmazione che di layout fisico (scelta componenti e sbroglio delle piste della PCB)
  • procedere ad un ordine commerciale di materiale elettronico per la suddetta produzione,
  • relazionarsi con aziende fornitori o sponsor
  • realizzare il cablaggio (sia di potenza che di segnale) di una vettura
  • approfondire le competenze in ambito meccanico per interagire e relazionarsi con gli altri reparti del Team.

Riccardo Peruzzi

Responsabile

Francesco Pieroni

Cristian Bellucci

Riccardo Pellegrini

Daniele Chianella

Lucia Nesci

Leonardo Chiaroni

Matthias Ceccarelli

Lorenzo Mercatelli

Giacomo Massini

Gregorio Bacinelli

Bruno Vunge

Michele Picchioni